mercoledì, dicembre 14, 2005


M. Carlotto "Le irregolari - Buenos Aires Horror Tour" Edizioni e/o 9.00 €
Si torna ai libri, e che libro.
Di Carlotto abbiamo già parlato, ma questo non è un romanzo, magari, questo libro parla del viaggio dell'autore in nell'Argentina del 1997 e a ritroso nel tempo e nelle vite di 30.000 persone, che sono scomparse nell'arco di una quindicina di anni e che in altri paesi continuano a scomparire (compresa la Turchia che attualmente vuole entrare in Europa).
Le protagoniste di questo libro sono le madri, le nonne e i fijos di Plaza de Mayo che ormai da più di 20 anni girano intorno alla statua con le foto dei figli al collo, cercando nipoti nati nei campi di concentramento clandestini (mai visto il film "Garage Olimpo"?) e poi regalati o venduti mentre le loro madri venivano uccise perchè ormai inutili.
Meraviglioso pensare che mentre io facevo pazzie per i Simone Le Bon c'erano bambini che superati i dieci anni venivano uccisi, perchè considerati già dei pericolosi ribelli.
I ragazzi che poi hanno purtroppo fornito la trama al film "La notte delle matite spezzate" avevano dai 14 ai 18 anni e si erano permessi di chiedere che il loro abbonamento dell'autobus costasse di meno.
E poi la chiesa che tace e acconsente, la P2, la Cia e l'operazione Condor, noi italiani che continuiamo a fare affari chiudendo gli occhi e tappandoci il naso e il PCI di Berlinguer che segue la linea russa di appoggio silente, l'amnestia per tutti i militari argentini e Pinochet che fa la bella vita...
Una cosa che mi rimarra per sempre di questo libro, oltre all'amaro in bocca, è il fatto che qua in Italia io ero abbastanza grande da capire, ma nessuno aveva niente da spiegarmi.
Per favore leggete questo libro, fatelo leggere, spargete la voce, chi non conosce la storia è condannato a riviverla e oggi è successo questo:
1) Il presidente dell'Iran ha affermato che l'olocausto è un'invenzione degli occidentali;
2) Paolo di Canio ha espressamente detto che non rinnega il suo saluto fascista e che anzi è molto fiero di averlo fatto perchè sono le sue radici (E ALLORA METTETELO SOTTO TERRA) e lo rifarebbe;
3) il Governo ha approvato la nuova riforma elettorale mentre ieri notte aveva posto la fiducia su una finanziaria rammendata all'ultimo minuto e sta cercando di cambiare la legge sulla par condicio.
Posta un commento