mercoledì, giugno 03, 2020

Review: Niemandsland: Erinnerungen an eine Kindheit

Niemandsland: Erinnerungen an eine Kindheit Niemandsland: Erinnerungen an eine Kindheit by Matthias Friedrich Muecke
My rating: 4 of 5 stars



View all my reviews

Review: Humankind: A Hopeful History

Humankind: A Hopeful History Humankind: A Hopeful History by Rutger Bregman
My rating: 5 of 5 stars

There are books that should be put in the curriculum, especially for those like me who have studied psychology and believed for years that the experiments made by the Americans in the second half of the 1900s were real/realistic and above all credible. What emerges, however, is that as much as they want us to believe that we are all protagonists on the island of Lord of the Flies, it is not at all true, nor is it taken for granted, nor is it the obvious end of every experience in which we are put under pressure.
Rather, it would have been useful to ask ourselves who would have liked us to grow up with the conviction that we must defend ourselves from others, from all those who do not resemble us, with a frightening cynicism and with the terror that our little one would be taken away from us? Spoiler alert: those who could benefit form the capitalist society. Having said that, I would like to avoid trivializing the content of this book, but also to sanctify it, because as it is true that there were entire communities that succumbed to Nazism as well as rose from the ashes of Hurricane Kathrina, what is important is to remember that our attitude comes mostly from the information we have from the outside and as there is the placebo effect, there is also the nocebo effect.

Ci sono dei libri che andrebbero messi in curriculum, specialmente per chi come me ha studiato psicologia e ha creduto per anni che gli esperimenti fatti dagli americani nella seconda metá del ´900, fossero reali/realistici e soprattutto credibili. Quello che emerge invece, é che per quanto vogliano farci credere che siamo tutti protagonisti nell'isola del signore delle mosche, non é per niente vero, né scontato, né tanto meno il finale ovvio di ogni esperienza in cui siamo messi sotto pressione.
Piuttosto sarebbe stato utile chiederci a chi faceva comodo che crescessimo con la convinzione di doverci difendere dagli altri, da tutti quelli che non ci somigliano, con un cinismo spaventoso e con il terrore che il nostro piccolo ci venisse tolto? Spoiler alert: a coloro ai quali la societá capitalistica faceva comodo. Detto questo vorrei evitare di banalizzare il contenuto di questo libro, ma anche di santificarlo perché come é vero che ci sono state comunitá intere che hanno ceduto al nazismo come anche sono risorte dalle ceneri dell'uragano Kathrina, quello che é importante é comunque ricordarsi che il nostro atteggiamento nasce per la maggior parte dalle informazioni che abbiamo dall'esterno e cosí come esiste l'effetto placebo, c'é anche l'effetto nocebo.



View all my reviews

martedì, giugno 02, 2020

Review: Missing in Death

Missing in Death Missing in Death by J.D. Robb
My rating: 3 of 5 stars



View all my reviews

Review: Kindred in Death

Kindred in Death Kindred in Death by J.D. Robb
My rating: 3 of 5 stars



View all my reviews

Review: The Summer Deal

The Summer Deal The Summer Deal by Jill Shalvis
My rating: 3 of 5 stars



View all my reviews

Review: Happily Ever After & Everything In Between

Happily Ever After & Everything In Between Happily Ever After & Everything In Between by Debbie Tung
My rating: 4 of 5 stars



View all my reviews

Review: Japanese Style Companion Planting: Organic Gardening Techniques for Optimal Growth and Flavor

Japanese Style Companion Planting: Organic Gardening Techniques for Optimal Growth and Flavor Japanese Style Companion Planting: Organic Gardening Techniques for Optimal Growth and Flavor by Toshio Kijima
My rating: 3 of 5 stars



View all my reviews

Review: A Dark and Stormy Knight

A Dark and Stormy Knight A Dark and Stormy Knight by Kerrigan Byrne
My rating: 3 of 5 stars

I liked this book a lot. Pru and C. were really good together, and even if the plot at the beginning seemed to be not so believable, in the end it was also a fast paced story and love won :) I am wondering about the next characters, maybe Honoria and the doctor? We will see.....It would be sad if this were the last one and I'm not going to meet the old friends again...

Questo libro mi é piaciuto parecchio e Pru e C. stavano bene assieme, nonostante l'inizio del libro mi aveva lasciato piuttosto insoddisfatta, alla fine il ritmo é stato sempre alto e l'amore ha vinto, come al solito. Mi stavo anche chiedendo chi saranno i due personaggi del prossimo libro, sperando che ce ne sia uno perché mi dispiacerebbe non incontrare piú gli altri vecchi protagonisti, a cui mi sono affezionata. Magari Honoria e il chirurgo? staremo a vedere....

THANKS NETGALLEY FOR THE PREVIEW!

View all my reviews

Stille Tage by Kenzaburō Ōe, Ursula Gräfe (Translator), Wolfgang E. Schlecht (Translator)

Stille TageStille Tage by Kenzaburō Ōe
My rating: 3 of 5 stars

Kenzaburo Oe schafft es, so voller Schönheit sogar das Leben der drei Brüder, von denen einer mit Autismus, auch wenn ich es lieber auf Italienisch gelesen haben.

Kenzaburo Oe manages to make as full of beauty even the lives of three brothers, one of which is autistic, although I would have preferred to read it in Italian.

Kenzaburo Oe riesce a rendere come piena di bellezza anche la vita di tre fratelli di cui uno autistico, anche se avrei preferito leggerlo in italiano.

View all my reviews

domenica, maggio 31, 2020

venerdì, maggio 29, 2020

Sinful (Bitter Creek, #9) by Joan Johnston

Sinful (Bitter Creek, #9)

My rating: 2 of 5 stars

I have mixed feelings about this book, but mostly because a girl that loves the husband (and vice versa) of her best friend is not exactly my cup of tea. This is the first book in a series and I do not think I'm going to read the others, I have got also this big issue with going to the church and keep on fighting in an everlasting family feud in the same time.

Ho dei sentimenti molto constrastanti nei confronti di questo libro, ma soprattutto perché una ragazza da sempre innamorata del marito della sua migliore amica non é esattamente la mia trama preferita, anche se poi la suddetta amica muore. Questo é il primo libro di una serie, ma non credo che ne leggeró altri, mi risulta anche di difficile comprensione che i personaggi vadano a messa pur continuando una faida familiare senza fine.

THANKS TO NETGALLEY AND RANDOM HOUSE PUBLISHING GROUP FOR THE PREVIEW!

View all my reviews

mercoledì, maggio 27, 2020

Costruire il nemico e altri scritti occasionali by Umberto Eco

Costruire il nemico e altri scritti occasionaliCostruire il nemico e altri scritti occasionali by Umberto Eco
My rating: 3 of 5 stars

Vari saggi che Eco raccoglie in questo volume molto scorrevole e a tratti particolarmente interessante. Secondo me i migliori sono "Costruire il nemico" appunto, che da il titolo al testo e racconta come dalla preistoria in poi, raccontare un nemico fornendone dettagli orrendi abbia sempre funzionato. "Embrioni fuori dal paradiso" su Tommaso D'Acquino e l'anima, "Il gruppo '63" che raccoglieva alcuni scrittori ed artisti all'epoca ancora poco famosi. Il saggio su Victor Hugo, che mi sento di condividere in toto, come anche quello su Edomond Dantès e il feuilletton. Una nota a margine per "Paese che vai, usanza che trovi", raccolta in forma di racconto di tutti i possibili luoghi comuni, non particolarmente bello da leggere, ma sicuramente elenco esaustivo.

View all my reviews