venerdì, maggio 11, 2012

TINA FOLSOM "EDGE OF PASSION"


Tina Folsom è un’autrice di romanzi d’amore e in particolare di paranormal romance. E’ inoltre membro delle “Romance Writers of America”, con le quali collabora scrivendo anche recensioni.
Questi sono i suoi contatti:
Serie Cloak Warriors: 
- Edge of passion
- altri libri a seguire.

Aidan è un guerriero della stirpe degli “ammantati” il cui scopo è quello di proteggere gli umani dalle insidie dei demoni della paura, che vogliono collezionare anime per ottenere il controllo del mondo. Aidan ha 200 anni e ha perso sua sorella gemella, rimasta uccisa, durante la battaglia con un demonio, quando l’umana che lei proteggeva aveva ceduto “al lato oscuro della forza” (perdonatemi la citazione da Star Wars).
La dottoressa Leila (stesso nome della principessa di Star Wars…) sta lavorando alla cura per l’alzheimer quando, inavvertitamente, scopre un siero che potrebbe rendere la mente degli umani altamente influenzabile ai demoni della paura. Il siero della dottoressa potrebbe dunque rovesciare  le sorti del mondo, che verrebbe governato dal male.
La via più facile per Aidan sarebbe quella di eliminare direttamente la dottoressa Leila ma, quando la conosce, si rende conto che non è affatto semplice uccidere una donna tanto coraggiosa (e bella). Anzi, Aidan vuole evitare di farla cadere in mano ai demoni, perché questi la costringerebbero a sintetizzare il siero per loro.
Nel frattempo, all’interno del concilio che governa i guerrieri (che possono celarsi al mondo e passare attraverso le porte), una lotta interna mette la vita di Leila ancora più in pericolo… e a quel punto lei stessa, per salvarsi, sarà costretta a fidarsi dell’uomo che voleva inizialmente ucciderla.
Gonza: In questo libro non c’è niente di nuovo rispetto al solito paranormal romance, a parte il nome dell’autrice, di cui non avevo mai letto nulla e che pure è riuscita a incuriosirmi alla sua serie Scannguard Vampires. A proposito di questa, se andate sul twitter della Folsom, potrete scaricare gratis il primo volume della serie in inglese.
Abbiamo un coumpoud dove vivono gruppi di “Guerrieri Ammantati” e un guerriero ferito nell’anima, che improvvisamente scopre nella donna che deve proteggere la sua mate. La cosa abbastanza divertente è il carattere degli amici di Aidan, sebbene quest’ultimo sia talmente pieno di sé da superarli in comicità, e proprio a causa della sua arroganza più da complessato che da maschio alpha. Leila invece è caruccia, ha un grande sogno ed è costretta ad abbandonarlo quando si trova improvvisamente catapultata in un mondo di demoni e guerrieri di cui ignorava l’esistenza.
Voto: 
Amyra: Ammetto che se non avessi dovuto scriverne una recensione per NetGalley, non avrei mai finito di leggere questo libro. 
I primi due terzi del romanzo non solo mi hanno innervosita, ma non mi sono proprio piaciuti. Mancava scorrevolezza alla scrittura e la trama sinceramente lasciava a desiderare. 
Aidan è un arrogante complessato e pieno di pregiudizi sugli umani, nonché pronto ad attribuire propositi malvagi ai suoi stessi compagni; insomma, un eroe che sinceramente non ha proprio nulla di eroico. 
Leila è l’unica che si salva: il suo amore per i genitori e i sacrifici che è disposta a fare per loro sono commoventi. Sono riuscita ad immedesimarmi molto in lei, un ottimo personaggio. Ma cosa ci ha visto in Aidan? Capisco che l’amore è cieco e la chimica è quello che è, ma, ragazza mia, ti meritavi di meglio… 
Riconosco che alla fine il libro migliora e che, per lo meno, mi ha invogliato a scoprire come proseguiva la storia, anche se il tutto era abbastanza scontato. Si potrebbe riassumere dicendo che questo libro non offre nulla di nuovo al genere paranormal romance e che sicuramente poteva essere sviluppato meglio.
Voto: 
Ayliss: credo che in origine, nelle prime pagine, l’idea della Folsom fosse relativa ai Cloak Warriors che, coi loro poteri e le loro caratteristiche, mi sono piaciuti molto. Concordo con Gonza sul fatto che Aidan, il personaggio principale, risulti essere molto più divertente dell’intero gruppo dei guerrieri, pur dotati di un’irriverente ironia che li porta sempre al limite della rissa. Enya, l’unica ragazza della compagnia, mi piace tantissimo come personaggio, e spero che, proseguendo la serie, la Folsom riesca a costruire delle trame interessanti per lei e per questo gruppo di personaggi, perché lo meriterebbero veramente e perché in tal modo si potrebbe dare una svolta alla serie.Aidan è veramente troppo preso dalle sue “seghe mentali” e non ha un minimo di coerenza, non riesce a mantenere il punto su niente. Leila mi è piaciuta molto di più e la farei “santa subito”! Buttare via anni e sogni di lavoro… incredibile. Molto commovente, poi, il suo rapporto con gli anziani e ammalati genitori; leggendo queste pagine mi è scappata la lacrimuccia, lo ammetto.
Davvero interessante la trovata dell’autrice sul “Glowing” dopo un rapporto tra Aidan e Leila. Ma ci pensate, andare in giro tutte dorate e splendenti (a fare la spesa, al lavoro, ecc…)? Mi ricorda un po’ lo spot dell’HIV di qualche anno fa, con quell’aura viola che ti avvolgeva… Te prego!!! C’è da dire che anche i genitori di Aidan sono stati colti in castagna, brillando felici e contenti a loro volta…
Per il resto, “niente di nuovo sul fronte occidentale”. Trama abbastanza scontata, ma tifo per i prossimi libri.
Voto: 

TitoloEdge of passion
Autore: Tina Folsom
Serie: Cloak Warriors
Edito da: Auto prodotto
Prezzo: 4.18 euro
Genere: paranormal romance
Pagine: 273 pag.
Data uscita
: 7/3/2012
Posta un commento