domenica, marzo 11, 2007

Cin Cin Cinema 3 "Ho voglia di te" - e io di vomitare
Chi ci segue da un po' conosce le opinioni delle gonze rispetto a moccia, i suoi "libri" e i film tratti dagli stessi (http://libritudine.blogspot.com/2006/03/federico-moccia-o-dellinutilit-di.html). E allora perchè andare al cinema a vedere qualcosa che sai già che ti farà schifo? Non tanto per Scamarcio, che resta sempre un bel vedere, basta tenere le cuffiette dell'IPOD, quanto piuttosto perchè la tua bambina preferita, a cui per tanto tempo hai fatto da baby sitter, ti chiede se l'accompagni e sua mamma ti chiede per favore.
Questa è la premessa, un'undicenne e una di quasi 35 al cinema, circondati da 13enni.
Guardare un film con qualcuno a cui forse poi lo dovrai spiegare mi ha reso molto più attenta oltre che terrorizzata per il finale. Il libro lo avevo già letto e rimosso, ma avevo dimenticato la droga che scorreva a fiumi, il tentativo di stupro e quindi le scene di sesso, quelle che più mi "spaventavano" all'inizio, alla fine erano quelle che speravo arrivassero...
Il film fa schifo, è esattamente una menata adolescenziale come potete immaginare, sarà probabilmente campione di incassi per la fascia 11-17, ma il problema è un altro.
La cosa che mi ha spaventato è come il messaggio sia questo: non devi rispettare le regole, fai quello che ti pare, le altre persone si devono arrangiare e se fai degli errori ma sei sufficientemente figo comunque verrai perdonato, se sei un uomo. Se sei una donna zitta, soffri in silenzio e al massimo scopa.
Ora come glielo spieghi a una bambina di 11 anni che la vita, fortunatamente non è proprio tutta così, che non è obbligatorio fare uso di droghe in un certo contesto, nè cedere ad un certo tipo di ricatti in altri ambienti, ma soprattutto che non è normale dire ad una persona di amarla e portarsene a letto un'altra la sera stessa, nè che fare del sesso con qualcuno è sicuramente il modo più diretto ed immediato per conoscersi ed amarsi, anche se sicuramente ti dà tutta una serie di informazioni. Non lo sò, uscite dal cinema mi sono ritrovata a sperare che molti dettagli lei non li avesse colti, ma probabilmente sto solo nascondendo la testa sotto la sabbia...
Comunque, per farla breve, il film non merita nemmeno di essere visto in tv e per peggiorare l'orrendo la colonna sonora a base di tiziano ferro, cantata dalle spettatrici in sottofondo, è stata la ciliegina che ha fatto traboccare il vaso..
Posta un commento