venerdì, marzo 21, 2014

"Alla ricerca del tempo perduto #7: Il tempo ritrovato" Marcel Proust

Il tempo ritrovato (Alla ricerca del tempo perduto, #7)Il tempo ritrovato by Marcel Proust
My rating: 4 of 5 stars

Eccoci qua, letti tutti e sette i volumi posso ammettere anche un certo rimpianto, anche se all'inizio non é stato facile perché è necessario trovare il proprio modo di leggere Proust, di farsi piacere queste infinite serate nei salotti a discutere del niente e a commentare le toilette delle signore di dubbia genealogia. I suoi discorsi non sempre sono stati interessanti, ma alcune sue osservazioni non possono che essere indimenticabili. Alla fine ero preoccupata quanto lui che non riuscisse a portare a termine la sua opera, anche se é andata per uno visto che é morto prima di riuscire a rivedere gli ultimi tre volumi. I discorsi sul tempo poi mi hanno anche un pochino affranta, saranno i quaranta che cominciano a farsi sentire. Posso dire quindi di essere contenta di averla letta e che sicuramente ne valeva la pena, ci sono cose che Proust mi ha lasciato che piano piano sedimenteranno dentro di me.


View all my reviews

1 commento:

Remigio ha detto...

Proust è uno di quegli autori che ti annichilisce, ti sovrasta. Io non l'ho letto tutto, ma cercherò di farlo. A volte ne esci distrutto, affaticato, spossato: è come se un pesante masso ti colpisse e ti lasciasse indolenzito. E’ un libro che lascia un segno indelebile sul tuo spirito: ti fa capire quanto grande sia l’autore e quanto piccolo sei tu di fronte a lui. E, soprattutto, ti fa comprendere perché alcuni uomini saranno sempre ricordati nell’eternità: per la loro genialità, per la loro grande capacità e abilità nel saper usare le “parole”. E Proust le parole le sa usare in maniera divina.
Remigio
http://paroletrapagineingiallite.blogspot.com/