mercoledì, febbraio 01, 2006

Un'ora e mezza - Boosta - Baldini e Castoldi Dalai -€...troppi.

Con tutta la mia delusione, la prima grande stroncatura di questa metà gonzica su Libritudine.
Delusione perchè le parole nei testi dei Subsonica sono pane, perchè Boosta mi piace, perchè la mia amichetta Pina mi ha regalato il libro proprio per questa mia passione.
E chi lo ha vissuto sa che cavolo di rabbia sia ricevere un regalo fatto col cuore, bello come un libro e scritto col cu...
Comunque.
Un'ora e mezza. E per fortuna ci è voluto molto meno per leggerlo.
Una prova a metà tra il "Mi sento Brizzi di Bastogne (che già...) e Ammaniti, ma appena appena edulcorati" e il "Tanto sono famoso e mi pubblicano anche la lista della spesa" (e spero davvero non sia cosi').
Inutile, noioso e autocompiaciuto.

5 commenti:

rasputin1980 ha detto...

Ciao gonzo. questo libro non l'ho letto e non lo leggero mai. Adoro i Subsonica(prima di incantevolizzarsi...) ma la letteratura è tuttaltra cosa e roba di pochi.
Ho letto su RepubblicaXL che hanno chiesto al cantante dei marlene Kuntz di scrivere ma lui finora ha rifiutato e spero che continui a scrivere testi musicali, in cui è un artista.
Anche il cantante dei Baustelle sembra molto raffinato e quindi spero che questi artisti italiani continuino a deliziarci nella musica...

GONZO ha detto...

Qualcuno conosce qualche scrittore che era prima musicista i cui libri ha apprezzato particolarmente?
Io ho letto le prove di Guccini (troppo pesante per me), Ligabue (troppo leggerino il primo, il secondo non l'ho letto) e Capossela (tanto bella la sua musica quanto macchinosa la sua letteratura) e personalmente ho saltato Boosta al contrario della socia gonzica. A voi la parola...

rasputin1980 ha detto...

non l'ho letto ma forse uno c'è...Giorgio Gaber?

Pina ha detto...

Buargh! :(

GONZO ha detto...

Pina mia, non ti intristire. E' colpa sua!