martedì, gennaio 27, 2015

The Secrets of Sir Richard Kenworthy (Smythe-Smith Quartet, #4) by Julia Quinn

The Secrets of Sir Richard Kenworthy (Smythe-Smith Quartet, #4)

My rating: 3 of 5 stars

I liked this, that should be the last installment in the Smythe-Smith Series. Richard and Iris are quite a good couple and they are witty and entertaining, I just felt like the finale was too rushed, I would have liked to see how the forgiveness would have go on, I mean, it was a big betrayal but it seemed to be so forgettable. Anyway Julia Quinn is always a good reading for me.

Il quartetto Smythe-Smith é uno spin-off di alcune delle piú famose serie di Julia Quinn, tra cui I Brigerton e i Bevelstoke e devo dire che è anche una delle mie preferite perchè è sempre molto divertente, le coppie sono ben assortite e le donne non sono delle verginelle piagnone quanto piuttosto donne di polso, per quanto poco dotate per la musica.
La trama è riassumibile in poche righe: lui si deve sposare, e all’inizio del libro sembra che il motivo possa essere un bisogno urgente di un erede, e non ha idea di come fare, poi incontra lei che é il tipico Wallflower (ragazza tappezzeria) che, abituata a stare sullo sfondo, passa il tempo ad osservare le persone e ne ha per tutti. Lui sembra essere innamorato, anche se nei capitoli narrati dal suo punto di vista, capiamo che la fretta è un ingradiente fondamentale di questo amore lampo, ma anche lei non è indifferente, peccato che non si fida sia per un po’ di insicurezza sia per la velocitá del tutto, che la lascia piuttosto sconcertata. Possibile che sia cosí rapido e facile innamorarsi? Lei non è proprio la più bella donna del mondo, come può essere che qualcuno sia caduto ai suoi piedi con questa facilitá?
La struttura del romanzo quindi è abbastanza semplice, spesso i capitoli alternano il punto di vista di Richard e quello di Iris, che tra l’altro ha sempre una risposta pronta e di solito molto spiritosa. Richard è piuttosto tormentato da questo segreto, che scopriremo solo a libro inoltrato, ed alterna momenti di felicitá e passione, a momenti in cui si strugge nei dubbi e nelle preoccupazioni. Ci sono alcuni ritorni di personaggi che abbiamo incontrato nei libri precedenti, e sono piacevoli perché é come se fossero vecchi amici passati a salutare ed é un libro fondamentalmente romantico che porta avanti la tesi: l’amore vince su tutto e non c’é niente che non possa essere perdonato e superato.


THANKS TO CLARA FROM ORBIT FOR THE PREVIEW!

Posta un commento