giovedì, aprile 05, 2012

PAUL AUSTER "TRILOGIA DI NEW YORK"

More about Trilogia di New York

Non ho una particolare predizione per i metaromanzi o quelli in cui lo scrittore entra nel libro o il protagonista scrive un romanzo che è poi quello si legge o altre variazioni sul genere, ma siccome il prossimo che voglio leggere è di Siri, la moglie di Auster, che appare in "Città di vetro" primo racconto di questa trilogia, tutto sommato stavolta non è stato poi così penoso andare avanti.
Dei tre libri il primo è forse quello che ho capito di più, sul secondo ho fatto delle ipotesi, il terzo, specialmente quando si ricollega ad entrambi, mi lascia navigare in un limbo di incomprensione. A parte questo non mi sono dispiaciuti come storie, anche se avrei preferito un finale diverso per tutte e tre, ma siccome sono un successo planetario è, evidentemente, una difficoltà solo mia.
Posta un commento