sabato, novembre 05, 2011

NICO ORENGO "DI VIOLE E LIQUIRIZIA"
More about Di viole e liquirizia

Strano libro, la storia scorre lineare fino ad un certo punto, un sommerlier francese si reca nelle langhe per fare un corso in una vineria, l'ostessa gli interessa (scusate il gioco di parole) e la moglie divorziata gli crea casini con la figlia. Poi d’emblée l'autore inserisce un personaggio assurdo che cambia anche nome insieme ad un'altra. Passate alcune pagine il romanzo rientra in carreggiata e prosegue fino all'epilogo abbastanza efficace e non troppo scontato. A conoscere l'autore mi verrebbe da togliermi il dubbio.....
Posta un commento