lunedì, agosto 25, 2008

Cuentos de Eva Luna - Ed. Debolsillo - 9 euro (credo)

Primo esperimento di lettura in spagnolo della GA , che da vera paraventa dopo avere soppesato "Un corazòn tan blanco" di Marìas, sceglie invece un testo di racconti di autrice non difficile.
In realtà mi risulta sempre strano recensire Isabel Allende perchè non appartengo al vasto pubblico che legge qualunque cosa sgorghi dalla sua penna, ma nemmeno all'altrettanta vasta schiera che ne parla male a prescindere.
Penso abbia avuto la fortuna (nella tragedia dell'esilio che l'ha colpita) di nascere in una famiglia interessante e di avere la fantasia necessaria per farne il fulcro dei primi romanzi, i migliori, ma che vada presa a piccole dosi.
Ed è la stessa impressione che mi ha lasciato questa raccolta di racconti, seguito del romanzo Eva Luna, alcuni davvero intensi e pregevoli, ma più o meno equiparabili l'uno all'altro secondo due o tre schemi ripetuti.
I temi sono l'amore, la violenza, la cultura india e sudamericana in genere e in molte righe si ride, ci si commuove, si arriva in un attimo alla fine del racconto, mentre altre risultano maggiormente "rigide" , legate a radi concetti forse eccessivamente dilatati e a un registro linguistico più povero.

Ideali per chi ha molto poco tempo da dedicare ai beneamati romanzi, in questo periodo.
Posta un commento