mercoledì, gennaio 23, 2008

James Patterson "7th Heaven" 2/50
Settimo romanzo delle ragazze del club omicidi, capitanate dal nostro sergente di ferro Lindsay Boxer, alle prese stavolta con dei piromani che lasciano citazioni latine e nuova prestazione del solito Patterson dal quale aspettarsi qualcosa che scorre e passa è solo routine, mi stupirebbe leggere qualcosa di suo che mi occupasse più di 3 giorni...
Questa serie di gialli mi piace: l'ho già detto, ci sono affezionata, tra poco tramite ibs arriverà anche quello nuovo di Alex Cross (double cross) e sono ben contenta che ci siano, probabilmente, una serie di ghost writer che affiancano l'autore, perchè mi sembra piuttosto complesso riuscire a sfornare così tanti romanzi in un tempo tanto breve. Ciò non toglie ai miei occhi nessun valore ai libri in questione, magari fossi io a scrivere così!
Le nostre eroine si muovono su uno sfondo che potrebbe anche lontanamente somigliare a quello di Sex and the city traslato a San Francisco, (a questo punto è uno dei posti che vorrei visitare) e tra indizi e liaisons riescono a portare a termine un'indagine che implica piromani, prostitute e fumettari.
Le storie delle protagoniste restano sullo sfondo ma forniscono una cornice adatta, senza levare spazio alla trama del giallo e arricchendo contemporaneamente un libro che definire soltanto un thriller e/o legal/thriller sarebbe eccessivamente riduttivo, anche perchè stranamente, abbiamo proprio quello che secondo tutti i crismi possiamo affermare essere un happy end; mi viene da pensare che il nostro autore stia invecchiando o, più probabile, ha pianificato una strage nel numero 8.
Come sempre ve lo consiglio a patto che vi piaccia il genere e a cominciare dal primo però, che tra l'altro mi sembra sia anche uscito nei miti mondadori, gli unici libri che riescono ancora a costare quanto costavano in lire......Buona lettura
Posta un commento