giovedì, luglio 26, 2007

Richard Bachman (S.King) "Blaze"
Direttamente da Amazon, ecco a voi l'ultima, o almeno così dice King, fatica di Richard Bachman, pseudonimo utilizzato dal RE nei suoi primi libri così come in ultimo degli ultimi (I vendicatori, regulators in inglese).
Uno di quei King d'annata, in cui tutto va male da subito, da sempre e non c'è speranza che vada a finire bene, cosa che lo scrittore si è un po' perso per strada, ma credo che comunque non gli piacerebbe sapere che con il tempo si è decisamente ingentilito.
In breve la storia parla del rapimento di un neonato da parte di un omone, ma non gentile e schizofrenico. Non importa se siamo subito portati a prendere le parti di Blaze per quello che gli è successo nella vita, è difficile parteggiare per un adulto quando dall'altra parte c'è un neonato, è proprio una cosa da non fare, come quando da piccoli avremmo voluto, almeno una volta, che non vincessero sempre i buoni nei cartoni animati.
Lo stile è duro, un capitolo di flashback e uno di attualità che con sconcertante puntualità ci portano al finale, classico showdown in cui fino all'ultima potrebbe accadere che magari...e che poi...e quindi....
Duro e crudo, uno di quei libri che non leggi per distrarti dal mondo, anzi, il mondo è un posto migliore dove stare quando certe persone sono nei libri....
Posta un commento