venerdì, luglio 06, 2007

La Tempesta - Toti Globe Theatre - Villa Borghese, Roma.

Un'altra delle rassegne più belle dell'estate romana da cui le Vostre inviano bollettini e recensioni, specie per i non capitolini, (e più che una rassegna una stagione in effetti) è la rappresentazione di alcune delle quasi innumerevoli opere Shakespeariane nella cornice di Villa Borghese.
L'avere ricostruito il Globe all'interno del parco, esattamente come era in epoca elisabettiana fa sì che il vivere il teatro avvenga praticamente all'aperto e la fantasia nell'allestire la scenografia su un palco estremamente semplice e quasi spartano sotto la luna vale da sola il costo del biglietto.
L'anno scorso ho avuto modo di assistere a "Molto rumore per nulla", ieri invece, a un giorno dall'apertura, ho voluto vedere come Camilleri (si si! QUEL Camilleri) avesse riadattato il testo de la Tempesta.
E devo dire che non mi ha convinto.
Premesso il mio Bardismo acuto e premessa l'oggettiva difficoltà di confrontarsi con opere che sono praticamente la Perfezione, il testo riadattato, sicilianizzato in buona parte e modernizzato mi è parso sofrire di parecchi alti e bassi, di una virata verso la volgarità in alcuni momenti e di una mancata sottolineatura di parti che nell'originale sfiorano la poesia.
La recitazione di alcuni degli attori poi, specialmente i giovani, non ha di certo supportato il tutto. E' sembrata, a me e ad altri, un po' "tirata via", superficiale.
Riassumendo: non eccezionale, anche se Shakespeare è comunque un gran bel sentire, ma come sempre splendida l'ambientazione.
Consiglio a chi di passaggio di puntare su Molto rumore per nulla e Sogno di una notte di mezza estate, le prossime in programma (alla seconda ci saro' anche io..).

I prezzi vanno dagli otto euro (posti per terra, come il teatro originario) ai venti delle file superiori, acquistabili fino all'ultimo al botteghino fuori dal teatro.
In ogni caso portate un cuscino.
Posta un commento