mercoledì, giugno 06, 2007

Thar Ben Jelloun "Jenin - un campo palestinese" Bompiani 5.50€

Ci sono dei libri che non si dovrebbero leggere, a meno di non rischiare di perdere serenità o, meglio la capacità di sbattersene e di rimanere superficiali per sopravvivere a questo mondo.
Questo è uno di questi libri, l'altro, se ve lo ricordate, era Gomorra.
70 pagine scritte con il sangue, con quello dei palestinesi per essere precisi, per coloro che vivono nei campi profughi e magari sono stati talmente "fortunati" che non erano quelli di Sabra o Chatila e non era il 1982, anche se.... anche se Israele non ha permesso che l'O.N.U. investigasse su "presunte" violazioni e violenze ai danni della popolazione di Jenin nel 2002.
Come si dice, passano gli anni (20 per la precisione) ma certe cose restano le stesse.
Nomi, persone che non torneranno più, case che non esistono e città ridotte in macerie, se volete avere un'idea di che cosa significhi veramente una guerra e di quanto devastante sia il suo impatto, leggetevi questo libro, non mi ringrazierete, ma magari avrete le idee più chiare.
Posta un commento