martedì, febbraio 20, 2007

James Patterson "La tana del lupo" Longanesi 17.60€

Torna il detective Alex Cross, passato dalla polizia di Washington dove ha lasciato l'amico Sampson, all'FBI, con tutti gli stereotipi del caso (gente poco preparata, ma molto burocratica).
Prosegue la sua esperienza come "ragazzo padre" mentre l'eterna Nana lo aiuta a prendersi cura dei figli e tra alti e bassi continua anche la sua relazione a distanza con l'agente Jamilla della polizia di San Francisco.

Anche in questo caso il cattivo di turno è un super cattivo, circondato da super perversi, molto molto intelligente; si rivede Mastermind, l'ex-agente Kyle Craig e si capisce, almeno credo, che sta per uscire di galera per vie traverse e come sempre capita a Patterson quando infila un filone dalle uova d'oro, SPOILER



SPOILER
il cattivo non viene preso, così la spada di Damocle rimane sospesa sulla testa dei miei amati protagonisti, che però, in fondo in fondo, mi hanno un po' stufato.
Attualmente considero migliori Le donne del club omicidi, almeno loro un pochino di indagine ancora la fanno, Cross procede per tentativi ed errori, non è da lui!
L'autore lascia cadere degli indizi come fili da proseguire nella trama dei prossimi libri - così come il ritorno della mamma del piccolo Alex, che più stronza dei cattivi se lo riprende dopo averlo abbandonato - tra cui l'ennesima talpa nell'FBI e la presunta identità del Lupo, che anche in questo caso potrebbe annidarsi tra coloro che il detective Alex Cross conosce intimamente.
Sembra faccia parte del suo Karma quello di venire fregato sempre da qualcuno di cui si fida ciecamente, obiettivamente farebbe meglio a lavorarci in terapia...
Posta un commento