lunedì, novembre 21, 2005


Gli Schwartz - Matthew Sharp - Stile Libero Big Einaudi - 14,80 quid

Così come mi capita spessissimo, non sono stata io a cercare questo libro, ma lui a strillare "comprami!" da una delle mitiche colonnine Feltrinelli.
La foto stile immaginetta anni cinquanta prometteva benissimo , la quarta di copertina anche e devo dire che dopo Pastorale Americana, Le Correzioni e Diary, la sottoscritta aveva bisogno di una storia familiare ironica, anche demenziale.
"Gli Schwartz", almeno nella prima parte rispecchia perfettamente le aspettative.
Un ritratto di famiglia contemporanea ebraica secondo la visione di un adolescente, combattuto tra l'utilizzo di un'ironia sulfurea e troppo intelligente per essere "popular" e momenti di crudeltà e autolesionismo purissimi.
Una sfilata di personaggi assurdi, da Chris, il protagonista, geniale e assolutamente inopportuno, alla sorella in preda a una crisi mistica filocattolica, al padre(non vi dico nulla), il vicino di casa di colore e la madre quasi insensibile e carrierista, lontana anni luce dalle martiri del mammismo italico.
Non all'altezza sino alla fine, ma ottimo in alcune intuizioni, gli Schwartz è soprattutto un libro piacevolissimo da leggere tra metro e pausa caffè. Capitoli brevi e linguaggio fresco, ma non giovanilistico.
Tanto da perdonare una seconda parte non propriamente brillante.
Posta un commento